Lago di Como: Itinerari in Montagna

VIA DELLE COLME SENTIERO DEL VIANDANTE RIFUGIO MENAGGIO
GRUPPO DELLE GRIGNE MONTE RESEGONE LECCO MONTE LEGNONE COLICO
     

ll Lago di Como offre numerose proposte di escursionismo e trekking, da quelle facili per famiglie alle più impegnative per gli appassionati della montagna. Percorrere a piedi gli itinerari che presentiamo permette di scoprire antichi sentieri, vecchi camminamenti e nel contempo di ammirare paesaggi unici per la bellezza del territorio. Dalla montagna al lago fino a giungere in Brianza, è possibile scegliere l’itinerario più adatto alle esigenze di ognuno.

Per chi vuole avvalersi di professionisti della montagna, non mancano i riferimenti degli accompagnatori di media montagna, delle guide alpine e delle associazioni di riferimento quale il CAI, la Casa delle Guide, Guide alpine del Lario e delle Grigne. Per chi invece, dopo aver trascorso una giornata sui monti percorrendo le vie alpine, intende soggiornare in alta quota, non mancano rifugi ben attrezzati.

Il Montesino bed and breakfast mette a disposizione dei propri ospiti le guide, i percorsi e le mappe dei monti della zona del lago di Como, del Triangolo Lariano e della Valsassina, oltre ai consigli del nostro staff esperto di montagna e alpinismo.

VIA DELLE COLME: da Brunate al Monte Palanzone

L'itinerario ha inizio da San  Maurizio, la parte più alta del paese di Brunate, che potete raggiungere in macchina o a piedi se arrivate con la funicolare (vedi itinerario “Brunate in funicolare”).

Attraverso una mulattiera si prosegue in quota sulle "colme" passando per la Baita Carla, la Baita Bondella, la Baita Bolletto (1236 m.), il Monte Bollettone (1204 m.) e arrivando fino al Monte Palanzone (1436 m.) sopra Faggeto Lario, a circa 4 ore di cammino da Brunate, alternando panorami indimenticabili tra il Lago e la Brianza. Dal Monte Palanzone potete scendere a Faggeto Lario frazione Molina e tornare a Como in autobus oppure rientrare da Brunate.

Il percorso sulle colme è abbastanza pianeggiante ed adatto alla maggior parte delle persone che abbiano un minimo di allenamento. Lo stesso percorso può essere percorso in mountain-bike tenendo presente che se si decide di scendere a Faggeto il sentiero è molto ripido.


SENTIERO DEL VIANDANTE: a piedi lungo il ramo di Lecco del lago di Como

Il "Sentiero del Viandante" rappresenta un'occasione unica per scoprire le bellezze artistiche e naturali delle località che punteggiano la costa da Lecco verso nord. Si tratta di un'antica via di passaggio dal Milanese alla Svizzera che, accanto alla via lacuale, testimonia il ruolo del territorio lariano nei traffici commerciali. Il sentiero sale da Abbadia Lariana a mezza costa fuori e dentro i centri abitati e ne ripercorre la storia fino ad arrivare a Colico , per poi addentrarsi fino ai piedi della Valtellina. Ha una lunghezza complessiva di circa 45 Km e quindi deve essere percorso a tappe. A seconda del livello di allenamento il percorso è frazionabile in 3 o 4 tappe. Grazie alle sue frequenti intersezioni con la linea ferroviaria Lecco-Colico è possibile percorrere una tappa alla volta ritornando in treno al punto di partenza. Le quote modeste e l'eccellente esposizione del sentiero rendono l'itinerario percorribile in tutte le stagioni.


RIFUGIO MENAGGIO

E' una delle escursioni che consigliamo ai nostri ospiti. Il Rifugio Menaggio è un balcone sul lago di Como, con panorama mozzafiato, proprio su Bellagio e sulle Grigne, alle pendici del monte Grona su un pendio erboso e soleggiato.


GRUPPO DELLE GRIGNE LECCO

Situate sul ramo del lago di Lecco, a pochi Km da Il Montesino bed and breakfast, il gruppo delle Grigne offre una vista mozzafiato sul lago di Como e una vasta gamma di escursioni, trekking e arrampicate su vie ferrate e su vie attrezzate impegnative.
Il Gruppo delle Grigne è probabilmente il più famoso gruppo delle Prealpi Lombarde e con la sua sagoma inconfondibile domina il paesaggio lecchese del Lago di Como. All’interno del gruppo si distinguno la Grigna Settentrionale, comunemente chiamata Grignone, per i suoi 2409 m, e la Grigna meridionale conosciuta come Grignetta (2111 m).
Il Grignone, decisamente meno aspro, offre diverse possibilità escursionistiche, tutte con una splendida vista dalla vetta sulla parte centrale ed Occidentale dell’arco alpino. Raggiungibile dal versante lacustre partendo da mandello del Lario, oppure più comodamente dalla Valsassina, la Grigna Settentrionale è anche una meta sciistica molto frequentata.
La Grignetta è molto famosa per il magnifico ambiente naturale, l’ottima rete di sentieri che consente indimenticabili escursioni e le numerose arrampicate. Il terreno è molto scosceso, solcato da profondi canaloni e disseminato da decine di formazioni rocciose, guglie e torioni. Particolarmente piacevoli sono le escursioni brevi ai Piani Resinelli.
Ospitalità e buon cibo sono sempre disponibili nei rifugi e ristoranti, alcuni raggiungibili direttamente in auto come quelli ai Piani Resinelli, altri situati al termine di escursioni più o meno brevi e impegnative, ideali per una pausa ristoratrice.


MONTE RESEGONE: un balcone su Lecco

Reso famoso dai versi del Manzoni nel romanzo I Promessi Sposi,  il nome prende origine dal suo celebre profilo a nove punte che riproducono una sega che, nel dialetto lecchese, è detta "resega".
Il Gruppo del Resegone è la montagna più famosa del territorio lecchese con i suoi 1875 m della vetta principale, la punta Cermenati.
La sua sagoma frastagliata è ben visibile e riconoscibile anche da molto lontano, fin oltre Milano e Como, in particolare nelle giornate terse.
Gli escursionisti hanno a disposizione tre versanti dove poter scegliere le proprie escursioni – da Lecco, da Morterone e da Erve – tutti molto belli ed ognuno con caratteristiche differenti per lunghezza e difficoltà. Sentieri elementari adatti ai meno esperti e percorsi più impegnativi, tra i quali le vie ferrate, ideali per gli escursionisti più allenati. Per gli appassionati degli sport estremi esistono numerose falesie attrezzate per l’arrampicata.
Unico è il panorama che si può godere dai Piani d’Erna, vero e proprio balcone della città di Lecco. Una piacevole località situata ai 1300 metri di altitudine facilmente raggiungibile con una funivia in soli cinque minuti.
Le vette del Resegone offrono anche diverse possibilità di ristoro e pernottamento. Rifugi e bivacchi sono infatti un punto di riferimento per chi decide di pernottare o semplicemente rifocillarsi degustando la tipica cucina locale.


MONTE LEGNONE: la vetta che domina l'Alto Lago di Como

Con i suoi 2.609 metri il Monte Legnone è la cima più alta delle Orobie lecchesi ed è ben riconoscibile grazie alla sua forma piramidale. Nella sua posizione strategica fa da spartiacque tra la Valtellina e le valli di Lecco (Valsassina).
Montagna selvaggia e apparentemente severa nella sua parte terminale è una delle cime più frequentate del lecchese, in particolare il sentiero che dalla località Roccoli Lorla porta alla vetta. Offre una vista spettacolare sulla catena Alpina centrale ed occidentale e le Prealpi lecchesi. Dalla cima partono numerose creste che scendono verso le valli limitrofe e il lago; sul versante ad Est sono ben visibili e percorribili le strade militari della Linea Cadorna, risalenti alla Prima Guerra Mondiale, che univano Pagnona (Valvarrone) e Delebio (Valtellina).
Il Legnoncino di 1711 m è la cima secondaria posta ad occidente, offre facili percorsi e l’occasione per visitare le trincee risalenti alla Prima Guerra Mondiale, in ottimo stato di conservazione.


 

Disponibilita' e prenotazioni
IT   EN   FR